MORANDO MORANDINI, una vita fra giornalismo e cinema

Screenshot - 10182015 - 05:53:25 PM

Morando Morandini, il decano dei critici cinematografici, se ne è andato a 91 anni (era nato il 21 luglio del 1924). La sua carriera è il risultato di una passione che si trasforma in lavoro. Inizia a scrivere per “La Notte”, dando vita alla rubrica “Dove si va stasera”, in seguito  a “Stasera”, per poi passare a “Il Giorno”, curando la sezione di cultura e spettacolo. Nel 1998 ha ricevuto il premio “Flaiano” e lo scorso anno “L’Ambrogino d’oro”.

Una carriera che ha attraversato tutte le fasi del cinema degli ultimi sessant’anni e più, senza la presunzione di credere di aver detto tutto su un film, ogni anno pronto a rivedere una sua opinione su un film che aveva già giudicato con le sue recensioni  precise, sempre ricche di uno spunto atipico, fuori dalla norma. Morandini è stato attivo fino alla fine come dimostra la sua dedizione al  Dizionario dei film e delle serie televisive che porta il suo nome. Pubblicato da Zanichelli, il volume è uscito per la prima volta nel 1999. E per oltre 16 anni è stato annualmente aggiornato da Morando insieme alla moglie Laura (scomparsa nel 2003) e la figlia Luisa. La sua passione, la sua cura nei dettagli, il suo stile pungente e mai banale hanno contribuito a creare un’opera che è e rimarrà il riferimento per tutti i cinefili.

Morandini è scomparso proprio alla vigilia dell’uscita della nuova edizione del dizionario.

Zanichelli Editore

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: