DISTOPIA Manifesto del nuovo cinemillennio

Manifesto del nuovo cinemillennio

1) Il Cinema Distopico presuppone che sia la storia e non i mezzi
a creare il film.

2) La stroria sarà esclusivamente elaborata sulla pura improvvisazione
legata ad un semplice canovaccio.

3) I mezzi attraverso i quali si realizzerà la storia dovranno essere
semplici e accompagnati da un budget ridotto.

4) Grande importanza al montaggio che sarà il giudice, il demiurgo dal
quale nascerà il film: tutto il materiale girato verrà elaborato
interamente in sala di montaggio.

5) Gli attori verrano dirretti dal regista che fornirà loro solo pochi
elementi riguardo la scena, lo sviluppo principale sarà
di loro esclusiva competenza.

6) Non ci sono limiti sull\’uso delle inquadrature che siano esse fisse
o piano sequenza, soggettive o punti di vista esterni.

7) Chiunque aderisce al movimento deve rispettare i tre dogmi irrununciabili
SENTIMENTO LIBERTA\’ AZIONE.

Gianluigi Luccarelli

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: