L.A. ZOMBIE di Bruce LaBruce in concorso al Festival di Locarno 2010

(ma bandito dai festival australiani)

Il settimo lungometraggio del regista canadese – una co-produzione tra Germania/Stati Uniti/Francia – vede come protagonista la star del porno gay François Sagat nel ruolo di un senzatetto schizofrenico che pensa di essere uno zombie alieno; vaga per le strade di Los Angeles alla ricerca di cadaveri con i quali avere rapporti omosessuali e riportarli in vita.

Ancor prima della sua première internazionale al prossimo festival di Locarno, il film è stato bandito da tutti i festival cinematografici australiani in quanto accusato di oscenità ed inneggiamento alla necrofilia.

Bruce LaBruce è un artista poliedrico; regista, sceneggiatore, fotografo e scrittore, inizia la sua carriera come redattore per la rivista JDs, per poi collaborare con numerose testate tra le quali anche Vice, Nerve e Blackbook (sia come giornalista che come fotografo). L’esordio cinematografico avviene alla fine degli anni ’80 con alcuni cortometraggi sperimentali in Super 8; tra i suoi film più conosciuti: No Skin Off My Ass (1991), Hustler White (1996), Skin Flick (del 1999, con la versione hardcore Skin Gang del 2000) e Otto; or Up with Dead People (2008).

Il film sarà distribuito nel tardo autunno 2010 da Queer Frame, la sezione a tematica GLBT di Atlantide Entertainment.

A Locarno 2010, disponibili per interviste: Bruce LaBruce (regista), François Sagat (attore)


Federico Mancini
Ufficio Stampa QUEER FRAME
http://www.atlantideentertainment.com

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: