PROTAGONISTE FUORI E DENTRO LO SCHERMO

Giornata Internazionale delle donne 8 marzo 2010 Torino, Cinema Romano In occasione dell’8 marzo, Giornata Internazionale delle donne, l’Assessorato alle Pari Opportunità della Regione Piemonte promuove una maratona di film a tema, al Cinema Romano, organizzata da Aiace Torino. L’iniziativa, a ingresso gratuito, è rivolta a tutta la cittadinanza.
La rassegna propone attraverso quattro pellicole una serie di personaggi femminili al centro di vicende personali o corali, provenienti da realtà vicine a noi o distanti nel tempo e nello spazio: Juno, la determinata adolescente dell’omonimo, ironico e premiato film dello statunitense Jason Reitman (anche in proiezione mattutina per le scuole), le donne di diverse età che animano il microcosmo mediorientale ritratto dal dolce-amaro Caramel di Nadin Labaki, le madri e le figlie che si raccontano a distanza di una generazione in Due partite di Enzo Monteleone, l’anima solitaria che cerca di guarire dagli orrori di Sarajevo in La vita segreta delle parole di Isabel Coixet.
Nella diversità di generi e ambientazioni, i film proposti compongono una galleria di figure femminili che, unite idealmente dalla determinata volontà di poter decidere – e cambiare – il proprio destino e di essere realmente protagoniste delle proprie vite, trascendono i personaggi interpretati sullo schermo e stimolano una riflessione più generale sul ruolo, sulle risorse e sulle potenzialità individuali e collettive delle donne di oggi.
La proiezione serale delle ore 20.15 sarà preceduta da un saluto della Presidente della Regione Piemonte

L’ingresso alle proiezioni è gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili.
Per la proiezione mattutina di Juno, indirizzata alle Scuole secondarie di II grado, è necessaria la prenotazione telefonica ad AIACE Torino: tel. 011538962 – 0115067525 (orario ufficio dalle 9.15 alle 17.15)

Per ulteriori informazioni: www.meltinglab.it; www.aiacetorino.it

PROGRAMMA

Cinema Romano

ore 10
Proiezione per le Scuole Secondarie di II grado
Juno (id.) di Jason Reitman con Ellen Page, Michael Cera, Jennifer Garner, Jason Bateman, Olivia Thirlby (Usa 2007, 92′)
Juno di Jason Reitman (Premio Oscar per la miglior sceneggiatura all’autrice Diablo Cody) è un’opera fresca e ironica che segue le vicende di una sedicenne che, rimasta incinta, anche grazie alla comprensione e all’appoggio del padre e dell’affettuosa matrigna, prende in mano con forza e decisione la propria vita. Sospesa tra le ingenuità dell’adolescenza e le responsabilità dell’essere adulti, la delicata e minuta Juno decide di dare in adozione il nascituro a una coppia da lei scelta e valutata con scrupolo durante la gravidanza.

ore 16.15
Caramel (id.) di Nadine Labaki con Nadine Labaki, Yasmine Elmasri, Joanna Mkarzel, Gisèle Aouad, Adel Karam (Francia/Libano 2007, 96′)
Nella cornice di un salone di bellezza di Beirut sei donne di diverse generazioni parlano di se stesse raccontandosi e scambiandosi confidenze. Un microcosmo colorato e variopinto nel quale si alternano le vicende delle protagoniste: donne, amiche, sorelle, colleghe tutte solidali per affrontare insieme la vita di tutti i giorni tra colpi di spazzola e profumo di caramello. Una sorprendente opera prima che dipinge la quotidianità di un Paese in equilibrio tra spinte di modernizzazione e tradizioni secolari.

ore 18.15
Due partite di Enzo Monteleone con Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Paola Cortellesi, Carolina Crescentini (Italia 2008, 94′)
Era il 1964 quando quattro donne si incontravano attorno a un tavolo per confidarsi dubbi sulla vita e sull’amore mentre nella stanza accanto le loro figlie giocavano “alle signore”. Negli anni Novanta quelle bambine sono diventate adulte: intorno allo stesso tavolo si confrontano con le proprie aspirazioni e con quelle delle loro madri, raccogliendone idealmente il testimone. Tratto dall’omonima opera teatrale di Cristina Comencini, un film tragicomico che con toni a volte taglienti a volte delicati ribadisce la necessità di smettere di considerare il femminile «soltanto il contrapposto al maschile».

ore 20.15

La proiezione sarà preceduta da un saluto della Presidente della Regione Piemonte.

La vita segreta delle parole (La vida secreta de las palabras) di Isabel Coixet con Sarah Polley, Tim Robbins, Julie Christie, Javier Cámara, Sverre Anker Ousdal (Spagna 2005, 112′)
Su una piattaforma petrolifera c’è stato un incidente. Hanna, un’infermiera che ha fatto della solitudine uno scudo per sopravvivere a un passato di torture inflittele durante la guerra a Sarajevo, viene portata sulla piattaforma per curare Josef, che ha temporaneamente perso la vista. Tra i due si sviluppa una forte complicità che li conduce in un viaggio attraverso le loro anime grazie al quale la donna scopre la possibilità di affrontare i suoi ricordi, i suoi sensi di colpa, la sua vergogna.

ore 22.30
Juno (id.) di Jason Reitman con Ellen Page, Michael Cera, Jennifer Garner, Jason Bateman, Olivia Thirlby (Usa 2007, 92′)
Juno di Jason Reitman (Premio Oscar per la miglior sceneggiatura all’autrice Diablo Cody) è un’opera fresca e ironica che segue le vicende di una sedicenne che, rimasta incinta, anche grazie alla comprensione e all’appoggio del padre e dell’affettuosa matrigna, prende in mano con forza e decisione la propria vita. Sospesa tra le ingenuità dell’adolescenza e le responsabilità dell’essere adulti, la delicata e minuta Juno decide di dare in adozione il nascituro a una coppia da lei scelta e valutata con scrupolo durante la gravidanza.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: