Try Black: “L’Uomo è un essere abitudinario”

teatroalloscalo2

La crisi economica sale sul palco
1929 – 2009 due diverse crisi che rivelano, alla fonte, la stessa matrice
Dal 6 ottobre al 23 ottobre – h 21.00

In un tempo non definito dieci personaggi (coppie di amanti, dei chirurghi, un sindacalista, un motivatore aziendale, un buttafuori) intrecciano le loro storie scontrandosi con la crisi economica.

Dal 1929 ad oggi nulla è cambiato. La crisi del sistema del capitale si ripropone ciclicamente, è il segno distintivo dell’era moderna, di un sistema economico che affonda le sue radici nell’impossibilità di equilibrio, come un elefante ostinato su un filo di nylon. In questo sistema i rapporti umani appaiono liberi e quelli di classe inesistenti, basta una mossa azzeccata per avere successo. Ognuno è padrone della propria vita e la libertà è l’unica cosa da proteggere.

L’unico rischio è abituarsi al peggio fino a non riconoscerne più l’essenza. Nella crisi la trama oscura prospera e si confonde nella valanga mediatica di impulsi audiovisivi, di elementi inutili e ridondanti non distinguibili e non ordinabili. Ormai siamo noi stessi a manovrarci nell’ombra come in preda a un raptus masochistico, come programmati per l’autodistruzione, vittime e carnefici di noi stessi.

Dal 1929 cosa è cambiato? La classe dominante ha sostituito a quello militare il “controllo mentale”, la persuasione alla coercizione. La parola chiave non è più la fame, è l’insoddisfazione. Un altro tipo di povertà.

L’economia ha trovato poche volte spazio sulle tavole del palcoscenico anche se non si può negare una fascinazione reciproca a partire dal “Mercante di Venezia” di Shakespeare per arrivare a “Sotto paga! Non si paga!” di Dario Fo.

Try Black ispirato da un testo di Clifford Odets, drammaturgo statunitense considerato il più significativo interprete della protesta sociale degli anni Trenta. acquista una sua modernità “continua” nell’incapacità dell’uomo di dare risposte diverse.

Interpreti: Sandro Torella, Maria D’Arienzo, Daniele Paoloni, Teodora Nadoleanu, Simone Castano, Mauro Torella, Simone Barraco – regia Sandro Torella
intero 10 euro – ridotto 8 euro (tessera di 2 euro esclusa)

Per info
www.teatroalloscalo.it info@teatroalloscalo.it
Direzione Artistica: Sandro Torella
Ufficio stampa: Marino MIdena Ufficiostampa@spet.it

Il Teatro Allo Scalo
via dei Reti 36 – Roma

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: