XXVI Sulmonacinema Film Festival

Sulmona (Aq) 3-8 novembre 2008 Cinema Teatro Pacifico e Ateneo Internazionale della Lirica CONCORSO LUNGOMETRAGGI – Sexantotto – Djibril Diop Mambety. A dieci anni dalla morte -SOUND DESIGN: LUIS SICILIANO – Rom SinTI – Entanglement- Gerd Conradt- Crimini contro i lavoratori- Concorso Cortissimi – Scuola – FRAMMENTO A SORPRESA -Premio colonna sonora- ANTEPRIME-  UN FILm a sorpresa Dal 3 all’8 novembre torna Sulmonacinema Film Festival: l’appuntamento diretto da Roberto Silvestri continua a dar voce ai nuovi talenti, con la consueta attenzione per tutte le tendenze del cinema contemporaneo, dalla fiction al documentario, con opere spesso invisibili, o che conquistano la propria visibilità soltanto ini circuiti alternativi. Continua anche la ricerca delle opere di cineasti italiani che fuggono all’estero per lavorare (gli “italieni”) o stranieri che «lavorano» in Italia.Affiancano Silvestri, nella cura delle sezioni: Marco Dotti, Federico Ercole, Gabrielle Lucantonio, Elfi Reiter

Osservatorio privilegiato sul cinema di qualità, il Festival propone in concorso dieci opere prime o seconde che saranno valutate da una giuria guidata dall’attrice Sonia Bergamasco e composta da studenti di cinema provenienti dalle principali scuole e università italiane.

Sabato 8 novembre, nel corso della serata finale di Sulmonacinema 26,, Sonia Bergamasco presenta Questo Valzer leggero, breve raccolta di note famigliari. Una silloge di poesie -da lei scritte dal 1995 ad oggi- e frammenti o brani musicali, da Bach a Schoenberg, da Chopin a Grieg.

La sua voce – strumento dialoga con lo strumento – pianoforte, affinché ciascun suono sia più “ascoltabile” attraverso altro suono

Al Festival, in suo omaggio,si vedrà “L’amore probabilmente “di Giuseppe Bertolucci (Italia, Svizzera 2001).

Da questa edizione anche un Premio per la migliore colonna sonora dei film in Concorso assegnato da Sonia Bergamasco, Gabrielle Lucantonio,

curatrice della sezione Soundtrack, Giovanni Guardi di Edizioni Radio Fandango.

I titoli in concorso: TRAMAS opera seconda di Augusto Contento, un documentario girato a São Paulo del Brasile, ANGELI DISTRATTI di Gianluca Arcopinto, COVER BOY di Carmine Amoroso, RIPRENDIMI, opera seconda di Anna Negri con Alba Rohrwacher, CORAZONES DE MUJER di Pablo Benedetti e Davide Sordella, GIVING VOICE di Alessandro Fabrizi, FINE PENA MAI di Davide Barletti e Lorenzo Conte, MÊME PÈRE MÊME MÈRE del Gruppo Malastrada, In anteprima assoluta BEKET di Davide Manuli, commedia surreale girata in bianco e nero, usando i paesaggi naturali della Sardegna come  protagonisti del film e Chris and Don degli ” italieni” Guido Santi e Tina Mascara, la storia dell’amore tra lo scrittore Christopher Isherwood e Don Bachardy (trent’anni di differenza di età e una vita da inseparabili) raccontata attraverso un materiale inedito, decine di ore di pellicola a colori, girata da loro stessi o dagli amici.

Accanto al concorso principale, a eventi, concerti,incontri, la sezione principe di quest’edizione celebra i quarant’anni dall’evento che cambiò il mondo: Sexantotto è un omaggio alla potenza polimorfa del sesso, a tutti i suoi vizi, deviazioni e aberrazioni pre e post sessantottini. Un viaggio nella rivoluzione sessuale del (e dal) ’68, l’evento che cambiò il mondo (ma che aveva avuto antenati coraggiosi in due scrittori maledetti, il francese Jean Genet e il giapponese Youko Mishima) condotto attraverso le opere di Franco Brocani, Dusan Makavejev, Helke Sander (tutti presenti al festival), e ancora i film di Vilgot Sjioman, i cortometraggi Yûkoku / Patriottismo di Yukio Mishima e Un chant d’amour di Jean Genet, il poco visto Psych-Out di Richard Rush (con un giovanissimo Jack Nicholson), Flaming Creatures di Jack Smith, e Jack Smith and the destruction of Atlantis di Mary Jordan, un frammento di Schifanosaurus Rex, omaggio a Schifano di Brocani, Vogliamo anche le rose di Alina Marrazzi, L’altra di Pietro Faiella, Fritz the cat di Ralph Bakshi,

Nella sezione anche “Erotica, esotica, psicotica”curata da Elfi Reiter una selezione di tagli di censura da film italiani e stranieri in distribuzione in Italia negli anni sessanta e settanta, realizzata in collaborazione con la cineteca di Bologna, progetto di ricerca “Italia Taglia” (a cura di Tatti Sanguineti, 2000-2002).

Un omaggio a dieci anni dalla morte è dedicato con tre film a Djibril Diop Mambety, padre del cinema africano, inventore di linguaggi narrativi con i quali raccontare la grandezza della sua Africa.

Una ‘prima mondiale’ assoluta sul tema dell’l’emigrazione. Un cortometraggio di finzione indipendente girato in interni, a Los Angeles, nel 1972, interpretato da un famoso regista e dai figli di altri famosi registi hollywoodiani: Victor’s notebook ,diretto da Felipe Herba un filmaker cubano autoesiliatosi negli Usa.

A sorpresa anche un frammento inedito di Luca Guadagnino dal suo ultimo film.

Uno sguardo sul mondo Rom-Sinti arriva con Oreste a Tor Bella Monica. di Carolos Zonars.

Per non dimenticare i crimini contro i lavoratori ThyssenKrupp blues di Pietro Balla e Monica Repetto.

Protagonista del Festival è anche la Musica, nella sezione “Soundtrack”ospita il musicista Louis Siciliano, profondo conoscitore delle sonorità mediterranee e orientali. Nel corso dell’incontro sul Sound Design si discuterà di un mestiere tra i più importanti del cinema di oggi, eppure di fatto inesistente in Italia.

Al centro dell’interesse del Festival anche il rapporto tra il Cinema e le altre Arti, mentre i film di Stuard Gordon e Don Siegel (oltre a una selezione di videogame) faranno da guida alla sezione “Impigliati nella realtà”, curata da Federico Ercole e dedicata all’Entaglement, l’intreccio di particelle che costituisce ancora oggi una sfida per fisici e filosofi.

PROGRAMMA

CINEMA PACIFICO

LUNEDI 3

  • 14.30 sexantotto Sono curiosa blu di Vilgot Sjoman
  • 16.30 entanglement Lo zio Simon di Don Siegel
  • 17.00 sexantotto Fritz The Cat di Ralph Bakshi
  • 18.30 sexantotto L’Altra di Pietro Faiella
  • 19.00 concorso Giving Voice di Alessandro Fabrizi
  • 21.00 concorso Fine pena mai di Davide Barletti e Lorenzo Conte
  • 23.00 concerto Equ

MARTEDI 4

  • 14.30 sexantotto Psych Out di Richard Rush
  • 16.00 rom sinti Oreste a Tor Bella Monaca di Karolos Zonaras
  • 16.30 sexantotto Eco y narciso di Adolfo Arrieta
  • 17.00 soundtrack Le son de David Lynch di Elio Lucantonio e Michaël Souhaité
  • 18.00 sexantotto Erotica, esotica, psicotica a cura di Elfi Reiter
  • 19.00 omaggio Farbtest.6 di Gerd Conradt
  • 19.30 concorso Angeli distratti di Gianluca Arcopinto
  • 21.00 concorso Riprendimi di Anna Negri
  • 23.00 soundtrack Il rabdomante di Fabrizio Cattani

MERCOLEDI 5

  • 14.30 sexantotto Yokuko di Yukio Mishima

Un chant d’amour di Jean Genet

Vereda Tropical di Joaquim Pedro De Andrade

  • 15.45 sexantotto BeFreier und BeFreite di Helke Sander
  • 17.30 crimini contro i lavoratori ThyssenKrupp Blues di Pietro Balla e Monica Repetto
  • 19.00 concorso Même père même mère di Gruppo Malastrada
  • 21.00 concorso Cover Boy di Carmine Amoroso
  • 23.00 omaggio L’amore probabilmente di Giuseppe Bertolucci

GIOVEDI 6

  • 14.30 entanglement From beyond di Stuart Gordon

Guerre stellari: il potere della forza prodotto da Lucasarts

  • 16.45 sexantotto Necropolis di Francesco Brocani

Schifanosaurus rex di Francesco Brocani (frammento)

  • 19.00 concorso Tramas di Augusto Contento
  • 21.00 concorso Beket di Davide Manuli
  • 22.45 omaggio Contras’ City di Djibril Diop Mambéty

Hyenes di Djibril Diop Mambéty

VENERDI 7

  • 14.30 sexantotto Jack Smith and the destruction of Atlantis di Mary Jordan
  • 16.00 sexantotto Flaming creatures di Jack Smith
  • 17.00 concorso Chris and Don di Guido Santi e Tina Mascara
  • 18.30 Film a sorpresa e Frammento a sorpresa
  • 19.00 sexantotto Vogliamo anche le rose di Alina Marazzi
  • 21.00 concorso Corazones de mujer di Pablo Benedetti e Davide Sordella
  • 23.00 sexantotto W.R Misterije Organizma di Dusan Makavejev

SABATO 8

  • 19.00 Serata finale Cerimonia di premiazione e Concorso Cortissimi

omaggio Questo valzer leggero di Sonia Bergamasco

omaggio a Djibril Diop Mambéty ‘Et voila le cinema’ di Gianni Giovannetti e Vittorio Alvino

video Film8

  • 22.00 concorso Film vincitore edizione 26^

Dal 27 Ottobre al 15 novembre CINEMA A SCUOLA Proiezioni mattutine per gli studenti

  • Il topolino Marty e la fabbrica di perle di Juan Pablo Buscarini
  • Il mio sogno più grande di Davis Guggenheim
  • Persepolis di Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud

L’Altro Foyer Vico dei Sardi ore 11.00

LUNEDI 3 cinema autonomo proiezioni video indipendenti

MARTEDI 4 cinema autonomo proiezioni video indipendenti

MERCOLEDI 5 soundtrack incontro con Louis Siciliano

GIOVEDI 6 cinema autonomo proiezioni video indipendenti

VENERDI 7 creative commons incontro con CC Italia a cura di Giampaolo Mancini

SULMONACINEMA Via Aragona, 14-67039 Sulmona (Aq) INFO:  – www.sulmonacinema.it

Luoghi: Cinema Teatro Pacifico, via Roma, 27 / Ateneo Internazionale della Lirica, vico dei Sardi 9

Ufficio stampa: Giovanna Mazzarella  Cristina Scognamillo

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: