FREeSHOUT!? Expressive young festival

PRATO Cantieri Culturali Ex_Macelli e altri spazi della città 30 Settembre – 5 Ottobre 2008

L’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili del Comune di Prato, all’interno del programma biennale ITALIA CREATIVA, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e Attività Sportive, dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiai) e del GAI (Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani) presenta a Prato la quarta edizione del progetto FREeSHOUT!? Expressive young festival, realizzato a cura dell’equipe creativa FREeS.CO, dal 30 Settembre al 5 Ottobre.

Venti progetti selezionati tramite bando, opere site specific, dibattiti, conferenze, performances, dj-sets, attività rivolte ai bambini e tre workshops di artisti affermati che, con la collaborazione degli iscritti, completeranno nei sei giorni un proprio progetto per FREeSHOUT!?

FREeSHOUT!? Cos’è?

Nato dalla collaborazione fra l’Equipe Creativa FREeS.CO e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato, FREeSHOUT!? raccoglie le tendenze della creatività contemporanea: in esso confluiscono i percorsi di artisti di ogni parte d’Europa e non solo, e vengono messe a confronto le idee. Designers, illustratori, fotografi, musicisti, djs, videoartisti, cuochi, scrittori, scultori: le infinite realtà dell’arte e dell’espressione creativa in un evento che affianca performance ad esposizioni ad incontri.

YOU CUBE!? Il concorso

Cuore di FREeSHOUT!? sarà l’esposizione dei venti lavori selezionati lo scorso anno tramite il bando You Cube!? che presenteranno un’opera originale dentro un cubo di 2x2x2 m.

FRESH!? qualcosa di nuovo. Workshop

In ambito didattico, l’attenzione di FREeSHOUT!? è rivolta soprattutto al coinvolgimento attivo di artisti e fruitori, in linea con l’idea che fare arte è un diritto di tutti. Nasce così la collaborazione tra FREeSHOUT!? e G.R.A. (http://www.genuineromanart.com) con il progetto “Graphic Revolution Army” che produrrà un esercito di paper toys. Le moderne sculture pop realizzate con materiali poveri come la carta invaderanno totalmente la città di Prato. Confermato anche Mark Jenkins, artista statunitense largamente noto per le sue sculture di nastro adesivo da imballaggio (http://www.xmarkjenkinsx.com; http://tapesculpture.org) che sarà impegnato, insieme agli iscritti, ad un progetto che prende il nome di “Tape Sculpture”, scultura di nastro adesivo. Anche in questo caso i personaggi popoleranno Prato sotto forma di installazioni permanenti.

FREeKIDZ!? Il laboratorio didattico

FREeSHOUT!? vuole rivolgersi anche ai bambini. La contemporaneità creativa e culturale non può non farlo, perché i bambini hanno e restituiscono una sensibilità percettiva assolutamente “pulita”. Ne abbiamo bisogno.

La sezione didattica del Museo d’Arte Contemporanea Luigi Pecci creerà con l’intervento dell’artista Niccolò Angeli un laboratorio sperimentale che permetta di offrire esperienza ai più piccoli e allo stesso tempo a noi adulti di imparare qualcosa in più.

OUT!? Cosa succede fuori dagli spazi

FREeSHOUT!?, per sua stessa natura, coinvolge e stravolge la città, diffondendosi in luoghi diversi e amplificandosi tramite una presenza diffusa sul territorio cittadino.

Dopo l’esperienza di BLU con “A Very Long Story” nel 2006 quest’anno, è confermata la presenza del designer polacco Truthtag, che utilizzerà Prato come vasta scena per le sue installazioni minimaliste geometriche (http://www.truthtag.com). Notevole anche la partecipazione dell’italiano OZMO che arricchirà un edificio pratese con personaggi e simboli che spaziano dai brand globali contemporanei alla tradizione accademica della storia dell’arte (www.ozmo.it).

SPECIAL CUBES!? Installazioni cubiche in città

Tre i progetti creati intorno alla forma del cubo, liet motiv di FREeSHOUT!? 2008. Interessante l’intervento del poliedrico cileno Javier De Cea che ricoprirà un cubo con i suoi segni, i suoi materiali e le più disparate tecniche esecutive (http://www.javierdecea.com). Un minifestival sul tema della cucina concettuale invece sarà allestito dai Gastronauts nella loro “Micro Cucina“: cucina cubica accessoriata che fornirà input visivi, sonori e gustativi che permetteranno di consultare materiale e video relativi ai più interessanti esponenti di performance a carattere gastronomico e agli artisti il cui lavoro trova ispirazione nel cibo.

Altro cubo ad accogliere gli spettatori all’entrata degli Ex Macelli, l’installazione interattiva dell’artista toscano Leonardo Worx, che realizzerà un ‘cubo esploso’ che reagisce all’andirivieni dei passanti accendendo colonne di neon su ognuno delle sue sei aree, come a confermare la presenza di corpi in movimento.

SHOUT!? Un nuovo urlo libero. Le Serate Performative

Non mancheranno le serate di intrattenimento culturale e musicale come da sempre ha proposto FREeSHOUT!?. Ad animare le ore più tarde del festival arriverà direttamente dall’Argentina per la serata di apertura (Martedì 30 Settembre), fresco di MTV Music Awards del Sud America, un promettente Felipe Marino della Banda Jamon Crudo. La serata del 31 Settembre sarà all’insegna del video con la proiezione di Devil Come to Hell and Stay Where You Belong di Massimilian e Nina Breeder, duo newyorkese di video maker.

Giovedì 2 sarà la volta di “SoundKino”, un progetto di new-media art con performance ed installazioni coordinate dal curatore Matteo Marangoni. Totalmente musicale è il progetto “Delectable” di Venerdì 3 Ottobre, durante cui l’omonima neonata etichetta propone un’alternanza dei suoi quattro più abili djs . Sabato 4 gran finale con i genovesi EX-OTAGO dell’etichetta Riotmaker che, dopo le varie messe in onda su MTV e All music, sono in arrivo a Prato dai palchi più interessanti d’Italia. In apertura di serata gli aretini Thank You For the Drum Machine direttamente da Heinechen Jamming Festival e Italia Wave.

Domenica all’insegna dei resoconti e delle ultime visite alle esposizioni e alle installazioni in città.

Un festival della cultura contemporanea, un grande momento dedicato alla creatività attuale. I suoi molteplici linguaggi e la residenza degli artisti nella città di Prato per un breve ma intenso periodo, come si è finora verificato con le passate edizioni, che hanno visto passare da Prato oltre duecento artisti.

FREeSHOUT!? é il contenitore delle emozioni ragionate.

News su www.freeshout.it; info@freeshout.it

Ufficio stampa

Lisa Gucciarelli

press@freeshout.it

elazioni Esterne

Pier Mario Simula

pier@freeshout.it

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: