SPIDERMAN 2

di Sam Raimi
con Tobey Maguire, Kristen Dunst e Alfred Molina

Ci sono cose per cui vale la pena di lottare.
Come la ragazza che si ama da sempre, alla quale non si è mai riusciti a dire niente.
Ma si puo’ vivere solo a metà, nascondendo il proprio cuore?
O forse bisogna aver tanto coraggio da far quella che si sente essere la cosa giusta anche a costo di sacrificare i propri sogni?

E’ questo che Sam Raimi pensa osservando un ragazzo dall’alto di un grattacielo di una New York che diventa la città del ragno.
Un ragazzo brillante, con gli occhiali, che si ferma a guardare il viso della sua MaryJane su un cartellone pubblicitario, mentre si dirige dal suo vecchio amico Harry alla Osborn Corporation, dove potrà incontrare il dottor Octavius, suo modello di riferimento oltrechè argomento di tesi.
Ma un incidente tarsforma lo scienziato in Doc Ock, nuova minaccia per la città, nuovo nemico per il ragno…
Il ragno che è Peter, che è un ragazzo con gli occhiali che sogna una vita come quella dei suoi coetanei, una vita a cui non si sente pronto a rinunciare.
E’ questa la scelta con cui Peter ha a che fare ed è la più dura delle battaglie.

La saga di Spiderman viene così tessuta.
Con accortezza e sensibiltà vediamo l’evoluzione di un super eroe che prima di tutto è un ragazzo.
Vediamo che la formula registica si ripete e che questo porta ad una forte continuità che però non manca di originalità e trovate, e nemmeno di ironia.
Un occhio puntato alla mitologia Marvel,ne apprezziam la fedeltà, l’altro dallo sguardo più intenso sulla componente umana che permea la storia, e che miscelando fragilità e coraggio forgia con tutto lo spessore dovuto la conflittualità del super-uomo.
E’ forse tramite shakespeariane citzioni che ci accorgiamo del trattamento della storia, a metà tra reale e mito moderno, forma di un sogno che vuol vivere ancora, stavolta sulle strisce della pellicola.
Godiamo della sua freschezza, del delizioso riascoltare la vecchia sigla di Spiderman suonata dalla signora col violino.
Di un film che sembra dedicato a chi ha sempre voluto essere un super eroe, e che colpisce dritto al cuore chi lo è stato e lo vorrebbe ancora essere.

Degno del precedente e molto di più

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: