Dog Days

di Ellie Lee (USA, 2000, 35 mm, 25′)

Le immagini ci mostrano un paese in America dove è in corso una guerra. Non ci sono più viveri e per la famiglia protagonista, resta solo la speranza e l’attesa. Un uomo che si crede un cane, si rifugia nel giardino di casa. Nonostante la sua diversità “l’animale” viene accolto.
In questa situazione così esasperata, non c’è più confine tra la ragione e la pazzia e lo dimostra il tragico finale. Molto bella la fotografia in bianco e nero che sottolinea l’atmosfera cupa e angosciante di questo cortometraggio.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: