Thomas in love

Directed by
Pierre-Paul Renders
Cast:
Benoît Verhaert …. Thomas Thomas
Aylin Yay …. Eva
Magali Pinglaut …. Melodie
Micheline Hardy …. Nathalie (the Mother)
Alexandre von Sivers …. Insurance Agent
Frédéric Topart …. Psychologist
Serge Larivière …. Receptionist

——————————————————————————–

Meno male che al cinema dove lo proiettavano hanno appena rifatto l’acustica.

“Buongiorno, mi chiamo Thomas, Thomas Thomas: Thomas di nome e Thomas di cognome”.

Il dolby surround ti manda in paranoia con questa cantilena ossessiva, ripetuta da un malato protagonista che ha perso la capacità di uscire di casa e incontrare le persone fisicamente.

Ma non ha scelto di essere solo, anzi ha un disperato bisogno di affetto e amore.

E’ come Max Headroom al contrario, cioè sempre in soggettiva.

La tensione è costantemente incoerente = la voglia di amare è direttamente proporzionale alla voglia di isolamento.

Si intuisce che l’equilibrio si spezzerà, ma non si sa bene a favore di cosa.

Bellissime le scene di computer grafica, sempre più protagoniste e sempre meno complementari nella moderna cinematografia.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: