X-Files

Italia1, 27/12/1998

Ore 21.30

X-Files, il mito.
La puntata è quella scritta da W.Gibson, l’inventore del Ciberspazio (aka Cyberspace).
Finisce “Mai dire gol”, la pubblicità.
Ecco i titoli di testa, sulle immagini della serie televisiva più famosa nel mondo.
L’agente Mulder commenta così uno dei primi cadaveri incontrati “… ha provato a fermare con i denti una 9 mm…”.
Mi sembra C.Norris, ma non ho sbagliato canale, sono sempre su Italia 1.
Al momento di cercare un sospetto tra le foto segnaletiche, sento: “abbiamo una lunga serie di soggetti fotogenici…”.

Alcuni programmatori (uno ha la maglietta dei Ramones e due cocci di bottiglia per occhiali, molto ma molto originale!!!) chiamano “l’hacker” come un loro “fratello”.
Ma che si credono che siano gli hacker, degli arancioni?
E come cercare i primi indizi?
Semplice:

LEGGENDO LA POSTA ELETTRONICA DEL PIU’ RICERCATO HACKER DEL MONDO!!!

Che, come era immaginabile, non aveva alcuna password!!!!!.

La cattiva com’è conciata?
Ha gli occhi truccati come la replicante di Blade Runner (per non sbagliare ;).

Quando la raggiungono, come risponde alla domanda “E’ lei che si fa chiamare investigat?”.
Ovvio: “Come mi avete trovata?!”
Così, per sviarli…

Poi, per riciclare il Neuromante (che resta comunque un gran libro), entra in scena L’intelligenza artificiale.
Ma attenzione, niente connessioni neuronali, bensì un semplice “programma senziente, con una coscienza”, quasi un virus.
Che vive su un CD ROM!!!!!!!

Allora, ricordiamo Max Headroom, e andava bene: era ironico e intelligente.
Poi c’è stato Robocop: un’altra bella pellicola.
E adesso cosa vediamo? Un PROTOPLASMA SILICONICO!!!!!!!!!!
E’ così che viene chiamata l’entità negativa dell’episodio.
Cosa dice Mulder di fronte allo scetticismo di Scully: “In Guerre Stellari c’è di molto peggio”.
No, è in X-Files che c’è la pattuniera della fantascienza!!!
“Internet è peggio di una giungla per nascondersi” (no comment).
E cosa fa il genio dell’informatica in gonnella quando lascia da sola la buona?
Lascia le chiavi delle manette in macchina giusto perché si liberi senza troppi problemi di sceneggiatura.
Un’altra chicca è “unirsi nella rete, sbarazzandosi del corpo”.
Gibson non riesce a scrivere qualcosa dopo il Neuromante che si allontani da questa teoria?
Mulder si siede, senza fare molta attenzione, in una SEDIA ELETTRICA che lo inchioda nella realtà virtuale.
Come scoprono il camper dell’hacker?
Seguendo un filo a caso sul primo palo del telefono che capita alla vista dei protagonisti (prima a lui, poi a lei mentre va a salvare lui).
E negli occhi di lui perché ci sono due pinzette come in Arancia Meccanica, se è una connessione neuronale (come in Atto di Forza, dove i protagonisti avevano semplicemente lo sguardo fisso nel vuoto) ?
X-Files è definitivamente la serie più idiota degli ultimi anni.
Ma la cosa sorprendente è il seguito che riesce ad avere.
Perché nessuno ha il coraggio di urlare, fantozzianamente, che X-Files è

UNA STRONZATA PAZZESCA.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: