VIRTUAL SEXUALITY

di Nick Hurran
Uk 1999
con Laura Fraser, Rupert Penry-Jones, Luke de Lacey

Favoletta con morale per adolescenti ambientata nel mondo virtuale delle
nuove tecnologie. Justine ha 17 anni e non ha un fidanzato. Alla fiera
dell’informatica scopre una macchina, chiamata Narcissus, in grado di
creare l’uomo e la donna ideali.
Justin crea così il suo alter-ego maschile e riesce persino a dargli vita.
Inutile dire che la ragazza si innamorerà di lui e che, dopo varie
peripezie, dovrà rinunciare a questo suo amore, perché il ragazzò non è
fatto di carne ed ossa, finendo tra le braccia del bruttino ma intelligente
che,a sua insaputa, è da sempre innamorato di lei.
Coloratissimo e costruito secondo la logica del videoclip: era da Mad Love
di Antonia Bird che al Festival non si vedeva un film così brutto.

Cosimo Santoro

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: